Par podê acedi a dutis lis funzions fâs il Login Se no tu sês inmò iscrit Regjistriti

Dizionari Talian Furlan

Il plui complet dizionari dal Talian al Furlan (passe 76.000 lemis), otignût de integrazion dal Grant Dizionari Bilengâl Talian Furlan dal CFL2000 cul Dizionari Ortografic Furlan de Serling.

la 1 art.def.f.sing., pron.pers.

  1. 1
    art.def.f.sing. [FO] (denant di un sostantîf, par mostrâ un membri di une classe za tratade tal discors) la
    • la gatta ha preso un topo, la gjate e à cjapade une surîs
    (denant di cognons cun prime un titul, o che a son di feminis innomenadis, ancje par indicâ in gjenar la lôr opare, al sta prin dal cognon di une femine) la
    • la dottoressa Ursele, la dotore Ursele
    • la Percoto visse nell'Ottocento, la Percude e vivè intal Votcent
    (doprât denant di nons propriis feminins no riferîts a personis) la
    • la Rex, la Rex
    • la FIAT, la FIAT
    (denant de forme comparative dal adi.f., al introdûs il superlatîf relatîf) la, chê
    • la più bella delle sorelle, la plui biele des sûrs
    • parlo della più giovane, o feveli di chê plui zovine
    (denant dal antecedent intune proposizion relative) la, chê
    • la ragazza che hai conosciuto, chê frutate che tu âs cognossût
    2
    art.def.f.sing. [FO] (par indicâ un valôr astrat o gjeneric) la
    • sopportare la sofferenza, sopuartâ la soference
    • la gioia della vita, la gjonde de vite
    (par indicâ dut un complès o une categorie) la
    • l'anatra è un uccello, la raze e je un uciel
    3
    art.def.f.sing. [FO] (doprât cun valôr dimostratîf metût tra un non di persone e un adietîf o sostantîf che al sei un sorenon o che al indichi une cualifiche) la
    • Giovanna la Pazza, Zuane la Mate
    • Lucia la sarta, Luzie la sartore
    (in espressions di timp, cun valôr di 'questa' o 'quella') la
    • dobbiamo consegnare il lavoro entro la primavera, si à di consegnâ il lavôr pe Vierte
    4
    art.def.f.sing. [FO] (cun valôr di timp, ancje distributîf) la, di
    • la domenica andiamo sempre in gita, di domenie o ancje la domenie o lin simpri in escursion
  2. 1
    pron.pers. [FO] (forme atone di 'ella', 'lei', 'essa', doprade tant che complement obiet, in posizion clitiche che si riferìs a cjossis di gjenar feminin) le
    • non la vedo da tempo, no le viôt che al è un pieç
    • bevila finché è calda, bevile fin tant che e je cjalde
    • comincio a guardarla adesso, o tachi a cjalâle cumò
    • conoscendola la stimi, a cognossile tu le stimis
    (cumbinât cun altris elements clitics)
    • volevano portargliela, a volevin puartâje
    (forme atone di cortesie e di rivuart) le, lu
    • la vedo stanca signora Rosa, le viôt strache siore Rose
    • la posso aiutare, signor Zanier, puedio judâlu, sâr Zanier
    2
    pron.pers. [FO] (cun valôr di obiet indefinît al forme locuzion) le
    • come la mettiamo?, cemût le metìno?
    • finiscila!, fermile!
    (cumbinât cun altris elements clitics)
    • prima che se la svignasse, prin che se mocàs