Per poter accedere a tutte le funzioni fai il Login Se non sei ancora iscritto Registrati

Dizionario Italiano Friulano

Il più completo dizionario dall'Italiano al Friulano (oltre 76.000 lemmi), ottenuto dall'integrazione del Grant Dizionari Bilengâl Talian Furlan del CFL2000 con il Dizionari Ortografic Furlan della Serling.

rabbia s.f.

  1. 1
    s.f. [CO, TS] med., vet. (malatie virâl dai mamifars, spec. di cjans e lôfs, ma ancje di bolps, pantianis, gnotui, e v.i., che e pues passâ al om e che si pant cun taramassis, spasims de faringje e de laringje, impussibilitât di gloti e riviel pai licuits) rabie
    2
    s.f. [FO] fig. (stât emotîf motivât di contrarietâts fuartis che dispès si manifeste cun reazions di agressivitât incontroladis) rabie, fote, smare, stice
    • scoppiava di rabbia, al sclopave di rabie
    • aveva una rabbia che non ti dico, al veve une stice o ancje une fote di chês
    3a
    s.f. [FO] (par pandi une asse mute) rabie, fote, lancûr
    • struggersi di rabbia, disfâsi di rabie
    3b
    s.f. [FO] (reazion di disdegn) rabie, fote, futar
    • che rabbia!, ce fote!
    • quando fa così, mi fa venire la rabbia!, cuant che al fâs cussì, mi fâs vignî sù il futar!
    4
    s.f. [FO] (determinazion intal fâ o volê alc tant che se si lu fasès par contrastâ cdn.) rabie, grinte
    • lavorare con rabbia, lavorâ cun grinte
    5
    s.f. [CO] (il pandisi violent dai fenomens naturâi) rabie, furie
    • la rabbia del vento, la furie dal aiar
    6
    s.f. [CO, TS] bot. (vt. antracnosi)