Dizionari Talian Furlan

Il plui complet dizionari dal Talian al Furlan (passe 76.000 lemis), otignût de integrazion dal Grant Dizionari Bilengâl Talian Furlan dal CFL2000 cul Dizionari Ortografic Furlan de Serling.

marcio adi., s.m.

  1. 1
    adi. [CO] (in decomposizion, vuast) frait
    • uova marce, ûfs fraits
    • tutte le susine cadute sono marce, dutis lis ciespis coladis a son fraidis
    2
    adi. [CO] (di part dal cuarp, che e je cjapade de infezion) frait
    • la gamba è marcia a causa della cancrena, la gjambe e je fraide par vie de gangrene
    3
    adi. [CO] (che al à problemis par vie de aghe, de umiditât e sim.) frait
    • le assi sono marce perché sono state esposte alla pioggia, lis breis a son fraidis parcè che a son stadis te ploie
    4
    adi. [CO] fig. (vuast dal pont di viste morâl) frait
    • al giorno d'oggi quello della politica è un mondo marcio, in dì di vuê chel de politiche al è un mont frait
    5
    adi. [CO] (par rinfuarcî il non di riferiment) patoc
    • ubriaco marcio, cjoc patoc o ancje dûr o ancje in bale
    6a
    s.m. [CO] (part vuaste di alc) frait
    • tagliare il marcio della mela, taiâ vie il frait dal miluç
    6b
    s.m. [CO] (odôr e savôr di ce che al è lât di mâl) frait
    • il pesce odora di marcio, il pes al nase di frait
    7
    s.m. [CO] (secrezion di infezion) marce, marçûl, materie
    • pulire il marcio della ferita, netâ vie la marce de feride
    8a
    s.m. [CO] fig. (coruzion, degjenerazion morâl) frait
    • ripulire il marcio della società, netâ vie il frait de societât
    8b
    s.m. [CO] (pocje coretece di une situazion, azion e sim.) frait
    • annusare il marcio di un affare, nasâ il frait o ancje nasâ la garbe di un afâr